Email Marketing: come scegliere l'oggetto?

Email Marketing: come scrivere l'oggetto 'giusto'?

Quanti messaggi ricevi giornalmente nella tua casella di posta? Immagino tantissimi! E quanto tempo impieghi per decidere se aprire o ignorare un'email?. Immagino pochissimo!

L’oggetto dell'email è l’elemento che influisce sulla scelta di aprire oppure ignorare il messaggio. La scelta dell'oggetto email incide sul tasso di apertura e quindi sul successo o sul fallimento di una campagna di email marketing.

Ma come deve essere l'oggetto di una newsletter affinché venga letta?

  1. CHIARO: l'oggetto dovrebbe anticipare l'argomento senza svelare troppo 
  2. CONCRETO: usa dei numeri per stimolare  la curiosità dei lettori e convincerli ad aprire il messaggio
  3. BREVE: l'oggetto deve essere breve altrimenti viene troncato, cerca di stare tra i 50/60 caratteri al massimo
  4. DIRETTO: usa le domande e invita il lettore a compiere un'azione, ad esempio puoi concludere l'oggetto usando un verbo in forma attiva come ad esempio "Iscriviti", "Partecipa", "Chiamaci ora", ecc.
  5. ORIGINALE: osa per stimolare la curiosità nel lettore senza però esagerare (il lettore deve poter comprendere l'argomento del messaggio anche solo dall'oggetto

Cosa non devi fare quando scrivi l'oggetto della tua newsletter?

- usare caratteri strani

- scrivere tutto maiuscolo 

- ricorrere a simboli o accenti che non vengono visualizzati correttamente

- utilizzare parole come "gratis" "free" "hai vinto" e simili

- scegliere termini generici che non comunicano nulla (ad esempio "Newsletter numero 5" oppure "Newsletter luglio")

- mettere un oggetto troppo lungo 

- fare errori ortografici. Banale? Sì ma capita :)


Ultimo suggerimento che ti diamo: fai dei test con diversi tipi di oggetto per valutare quello che funziona meglio in base alla tua lista di destinatari e ai temi delle newsletter.

Metti subito in pratica i nostri consigli.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide, consigli e contenuti speciali in anteprima.